Seleziona Pagina

Amazon potrebbe essere la grande minaccia per l’industria del videogame

Amazon potrebbe essere la grande minaccia per l’industria del videogame

Amazon è ufficialmente una società di videogiochi e questo dovrebbe preoccupare gli attuali pilastri del settore come Nintendo, Microsoft e Sony, così come gli ultimi arrivati, ovvero Google.

Amazon già da tempo fornisce videogiochi tramite il suo shop online e la sua piattaforma di streaming, molto popolare, Twitch. Mercoledì scorso, però, l’azienda ha lanciato il suo primo titolo dal budget elevato, un gioco free-to-play chiamato “Crucible”.

Entro la fine dell’estate, Amazon lo farà seguire con un altro gioco, “New World“, e tutto ciò sembra portare al lancio da parte del titano tecnologico di un nuovo servizio di cloud gaming, che si chiamerà Project Tempo

In caso di successo, Amazon, alla ricerca del dominio in ogni settore in cui entra grazie ad un’efficienza spietata, potrebbe diventare un nuovo peso massimo del gaming, comportando grossi problemi alla vecchia guardia del settore.

Il test “Crucible”, grazie a Twitch

Twitch Prime: New in-game loot for Prime members

Amazon è diventato un attore importante del settore dei videogiochi da quando ha acquisito Twitch, il servizio di streaming di videogiochi online, nel 2014 per quasi 1 miliardo di dollari in contanti. Twitch è la piattaforma di riferimento per i giocatori che vogliono vedere i loro streamer preferiti giocare di tutto, dai giochi più datati agli ultimi titoli di successo.

Ha reso noti i nomi delle famiglie dello streamer Ninja, che ha interpretato il famoso “Fortnite” con il rapper Drake, attirando oltre 600.000 spettatori simultanei, battendo il precedente record di 388.000 spettatori. È anche diventato uno dei principali strumenti di marketing per gli editori di videogiochi che vogliono sponsorizzare i loro ultimi titoli tramite gli streamer di Twitch, i quali a loro volta mettono questi giochi di fronte a milioni di potenziali clienti.

Tutto questo, al di là del fatto che Amazon è già uno dei principali punti di riferimento per l’acquisto di videogiochi e console. Inoltre la società ha anche il servizio Twitch Prime che offre agli abbonati l’accesso a giochi speciali, nonché a titoli gratuiti ogni mese.

Da queste premesse, sarà quindi “Crucible” il test più importante di Amazon. Il gioco, un ibrido di alcuni dei giochi online più riconoscibili disponibili, tra cui l’incredibilmente popolare “League of Legends” di Riot e “Overwatch” di Activision Blizzard, è il primo titolo AAA dei Relentless Studios di Seattle di Amazon Games .

Amazon possiede altre due case di produzione del settore gaming: Amazon Games San Diego e Amazon Games Orange County.

"Crucible" è il primo titolo di Amazon per i bug game e potrebbe anche annunciare un enorme cambiamento nel settore.  (Immagine: Amazon)
“Crucible” è il primo titolo di Amazon per i bug game e potrebbe anche annunciare un enorme cambiamento nel settore. (Immagine: Amazon)

Amazon sta intraprendendo quindi il percorso del free-to-play con “Crucible”, nella speranza di incassare attraverso transazioni in-game simili a “Fortnite” o “Call of Duty: Warzone”. Questa formula è più che collaudata, poiché solo “Fortnite” ha raccolto miliardi di dollari per Epic Games.

Affinché “Crucible” abbia successo, deve essere in grado di attrarre una vasta fascia di giocatori e raggiungere una massa critica che faccia salire la sua popolarità alle stelle. Il gioco è già in streaming su Twitch, ma non è tra i titoli più visti nonostante sia stato lanciato martedì scorso.

Altri titoli come “Grand Theft Auto V”, ” League of Legends”, ” Fortnite” e “Valorant”, un gioco che è in versione beta chiusa e quindi non disponibile per la stragrande maggioranza dei giocatori, stanno avendo molti più spettatori in questa fase. Ma ciò non significa che “Crucible” non prenderà il sopravvento e alla fine sarà tra i giochi più visti. Ricordiamo che non sarà l’unico titolo che Amazon lancerà quest’anno.

La società sta inoltre sviluppando un gioco di ruolo multiplayer online (MMORPG), “New World, che farà il suo debutto ad agosto del 2020. Amazon sta anche lavorando ad un gioco basato sul franchise di “Il Signore degli Anelli”, che potrebbe attingere al seguito significativo di quel marchio.

Si va verso il cloud-gaming: Project Tempo

Oltre al rischio per l’intero settore portato dall’ingresso di Amazon con nuovi videogiochi, la più grande minaccia che potrebbe portare l’azienda a tutto il mercato del gaming si presenta per la sua piattaforma di gioco in cloud, ovvero Project Tempo

Cloud Gaming: Amazon to launch Project Tempo gaming platform ...

Il servizio, che consentirebbe ai gamer di giocare ai loro videogiochi preferiti su qualsiasi dispositivo, avrebbe incaricato Amazon ulteriori sviluppi in tale direzione per poter consentire ai giocatori di sbizzarrirsi sul proprio smartphone, tablet, laptop e TV.

I dirigenti e gli analisti del settore del gaming, sospettano che Amazon stesse già lavorando al proprio servizio di cloud gaming da tempo. Persone vicine a Project Tempo hanno affermato che la società aveva sperato di introdurre una versione in beta quest’anno e che molto probabilmente slitterà al 2021 a causa delle interruzioni provocate dal coronavirus.

Ultimo post su INSTAGRAM

This error message is only visible to WordPress admins
There has been a problem with your Instagram Feed.

Google Workspace

Subito 10$ con Coinbase

10€ di credito in omaggio su Hype

Hype da Mattidiweb

Categorie

SEO Score Mattidiweb.it

Seobility Score für mattidiweb.it